NEW

 

ASD SPORTACUS

STAGIONE 2012-2013

IL SONDAGGIO

 

SOGNANDO HOLLY E BENJI

 

 

Niente e nessuno avrebbe impedito a Holly e Benji di diventare uno di quei cartoni animati conosciuti da tutti, ma proprio da tutti. Anche da chi non è un vero appassionato. Ripensateci: quando volte avete sentito dire “un tiro alla Holly e Benji” o “una corsa alla Holly e Benji”. Perché i nostri due simpatici e coraggiosi amici, personaggi nei quali è facilissimo identificarsi, sono quasi usciti dallo schermo che li conteneva, trasformandosi in simboli assoluti, un pretesto per raccontare storie di grande umanità, drammi, gioie, invidie, maturazioni personali: una soap-opera infinita e struggente, un romanzo di formazione nel quale il calcio non è sempre in primo piano. Raccontare la passione di molti bambini, ora diventanti adulti, per Holly e Benji è molto semplice. Partiamo dal lontano 1995. Stesso programma, il mitico “Bim Bum Bam”. Stesso canale, Italia 1, ore 16 circa, non importa se d’estate o d’inverno. Stop ai compiti, stop alle tabelline. Migliaia di bambini gli preferivano quel ragazzino con la maglia numero 10 della New Team. Il giorno dopo, tra i banchi di scuola, si parlava della puntata, dei gol da metà campo e chi commentava, o meglio ancora, riproduceva i gol in una porta immaginaria tra una sedia e un’altra era lo stesso che diciassette anni dopo avrebbe commentato il gol non gol del Milan contro la Juventus. Campi infiniti, stadi pieni, porte larghe quanto un’autostrada a quattro corsie, sempre lo stesso immancabili telecronista. Il sogno del grande calcio giapponese con campetti nelle scuole, gli allenamenti a tarda notte e tanti bambini che si sono avvicinati al mondo del pallone per emulare le gesta di quel cartone animato. Giocatori famosi come Del Piero, Zidane ma anche pippe colossali, dimenticate dal dio Eupalla. Diciamoci la verità: tutti, almeno una volta, abbiamo provato il tiro combinato, la catapulta, il tiro della tigre. Tutti abbiamo giocato a calcio per strada e ci siamo chiamati come i personaggi del cartone animato. “Oh, io faccio Holly!”. La comunità di internet ha creato attorno a questo cartone cult una vera e propria religione. Tutti difendono il loro personaggio preferito, chi Holly, chi Benji, i più cattivi sceglievano Mark Landers, temutissimo attaccante della Muppet. Nel mio piccolo, difendevo Bruce Harper, amico di Holly e abile comprimario in tutte le squadre in cui ha giocato il numero 10.
Tra gli altri personaggi, come non parlare di Tom Becker, altro grande amico di Holly, Philip Callaghan, Julian Ross, Ted Carter, Paul Diamond, Ed Warner, il vice di Benji nella nazionale giapponese, i gemelli James e Jason Derrick quelli della Catapulta infernale, e poi Roberto Sedinho, il maestro di Holly.
Ma perché Holly e Benji ha ancora cosi tanto successo? Perché è un cartone animato per tutte le generazioni, quello che noi padri abbiamo guardato e noi faremo vedere ai nostri figli.
Oggi, abbiamo bisogno di un nuovo Oliver Hutton, un giocatore che ci faccia di nuovo amare il calcio indossando quella gloriosa casacca numero 10, un campioncino che di faccia di nuovo sognare un calcio pulito, lontano dalle polemiche arbitrali, dal calcioscommesse, dal doping. 

Il Giappone non vincerà mai un Mondiale ma per chi è abituato a soffrire per la propria squadra del cuore, nulla è impossibile.

 

E allora, dopo aver letto con attenzione l'articolo che fa da introduzione, vorremmo proporre a tutti voi Amici si Sportacus questo simpaticissimo sondaggio. Ci siamo fermati un attimo a pensare ai mitici personaggi della serie televisiva di Holly e Benji ed è venuto automatico associare ogni giocatore a qualcuno dei giocatori dei nostri due Triplete. Noi abbiamo fatto queste associazioni, ma ora sta a voi divertirvi a dire la vostra, segnalandoci accoppiamenti decisamente più intriganti e veritieri. Aspettiamo numerose le vostre segnalazioni sul gruppo Facebook!

Holliver Hutton

Senza ombra di dubbio se dobbiamo pensare ad un giocatore che ci sta facendo sognare proprio come il mitico n.10 della New Team questo giocatore è Davide Filardinho Filardi della Costruzioni Edili Ragona. Classe da vendere, numeri impossibili, magie con la palla tra i piedi..diciamo il classico tipo che alla palla dà del tu!

Benji Price

Miglio portiere della scorsa edizione del Triplete Gallaratese Julio Ciccio Soave, sempre di Ragona, si avvicna molto al personaggio di Benji Price. Grandi parate, gesti impossibili resi apparentemente banali dalla bravura di questo ragazzo classe '84. E poi personalità da vendere proprio come il n.1 della New Team.

Tom Becker

Moreno Lombardi del Giro di Vite ci sembra molto molto simile a Tom Becker, il braccio destro di Holly. Dotato anche lui di una grande classe e di un'immensa intelligenza tattica affianca i proprio bomber di turno El Tanke Samarini o JPP Papisca valorizzando al meglio le qualità dei suoi compagni.

Bruce Harper

Non sarà bellissimo a vedersi, calcisticamente parlando, ma Maikol Presta del Krotonai rapprensenta in pieno il mitico Bruce Harper, grande difensore della New Team prima e della nazionale giapponese poi. Tanto tanto cuore, grinta da vendere e tanta tanta voglia di migliorarsi..sempre. 

Jason & James Derrick

Gemelli quasi nella vita i fratelli Castiglia Michele e Pietro dei Soccer Players ci ricordano molto i fantasiosi Gemelli Derrick della Hot Dog. Piccoli, veloci, imprevedibili e molto molto astuti..direi che qui ci siamo!

Mark Lenders

Anche qui è stato abbastanza facile il paragone: il nostro MArk Lenders è senza ombra di dubbio Kevin Backman Bacchi della FGE Imco Crab. Stessa straordinaria forza fisica, infinito spirito di competizione, carattere di fuoco.

Julian Ross

Capitan Pio Borraccia della Esse.vi-Dental invece ci fa venire in mente il grande Julian Ross della Mambo F.C. Grande capitano, giocatore d'altri tempi, estremamente corretto, il modello del vero professionista.

Alan Crocker

Felix Anilli degli Shenky sta ripercorrendo le gesta del vice di Benji, in carriera Alan Crocker. Non partito coi favori dei pronostici il numero uno dei Baby Blues sta pian piano rivelando le proprie potenzialità risultando tra i migliori portieri del triplete.

Karl Heinze Schenieder

Anche per il SuperBomber Caye di Ac Picchia e S.Ambrogio un paragone importante. Il talentuoso n.10 della nazionale tedesca Schneider. Come lui il Caye è dotato di grande esplosività, grande carattere, immenso fiuto per il gol condito, e non guasta,  da una grandissima professionalità.

Teo Sellers

Colombo Teo Sellers si avvicina moltissimo al mastodontico n.1 della Norkfolk. Nonostante le dimensioni importanti il portierone di X-Team ogni settimana ci stupisce per la sua giaguaraggine, grande senso della posizione e grande cuore.

Ed Warner

Daniele Baghera Rasulo dell'Estetica Orchidea  è il nostro Ed Warner. Ma ve lo immaginate che si lancia sul palo per volare a parare l'impossibile sul palo opposto? Io ce lo vedo benissimo! FELINO!

Clifford Yuma

Matrix Musazzi di Ac Picchia è il nostro Clifford Yuma, gigantesco difensore n.5 della Hirado. Colonna strutturale della restroguardia dei greenday il n.23 ricalca benissimo il personaggio in questione.

Roberto Sedinho

Non abbiamo idea se i trascorsi da giocatore siano a livello di quelli di Roberto Sedinho, ma il nostro Luca Brena All. dei Barboni riveste benissimo i panni del tecnico brasiliano. Grande personalità, grande preparazione e talent scout formidabile.

Patty

Infine ci sembrava giusto e bello premiare la nostra Patty, ovvero  Alessandra Pellegrini, capo ultrà dei Soccer Players, per la straordinaria passione con cui ogni settimana guida la curva giallorossa, con particolare dedizione per il proprio Holly Castiglia!